Come Coltivare il Poligono

Il Poligono è una pianta originaria dell’Uzbekistan.

Si tratta di un arbusto rampicante e spogliante molto vigoroso caratterizzato da tralci volubili che si avvolgono attorno ai sostegni. Ottimo per spalliere, colonne, reti divisorie e tralicci, è molto diverso da tante altre specie erbacee introdotte come piante ornamentali.

Il vantaggio più grande del poligono è quello di crescere in modo rapidissimo: pensate che in estate i germogli si allungano anche di 5 cm al giorno! In più la fioritura è molto abbondante e i fiori bianchi sbocciano da luglio fino ad ottobre.

Non necessita di nessuna cura particolare essendo una pianta molto frugale. Si moltiplica per talee legnose invernali ma anche per propaggini o polloni radicali e va trapiantato da autunno a fine inverno con zolla di terra. Le piante vanno distanziate di circa 2-4 metri considerando che raggiungeranno un’altezza media di 5 metri.

Almeno nei primi anni conviene sempre indirizzare i tralci nella direzione voluta e poi con le potature opportune otterrete lo sviluppo delle ramifiicazioni. Il poligono può essere coltivato ovunque, dal mare alla montagna, purché abbia una esposizione soleggiata. Predilige dei terreni freschi ma riesce bene anche in quelli asciutti purché profondi, dato che l’apparato radicale ha un notevole sviluppo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *