Ginnastica Artistica o Ginnastica Ritmica – Cosa Scegliere

La ginnastica ritmica e artistica sono sport molto popolari tra i più piccoli e fanno anche molto bene. Vediamo meglio di che si tratta.

Ritmica delicata
La ginnastica ritmica è uno sport solo femminile, che prevede diversi tipi di esercizi, sia a corpo libero che alla sbarra. Si può iniziare in forma di gioco verso 4-5 anni, spiega Marina Piazza, gli esercizi sono facili e la musica diverte molto le bambine. Poi, verso 9 anni si iniziano le prime gare, di difficoltà proporzionate alla preparazione delle piccole atlete. Intorno a 14 anni si capisce meglio che è portato per arrivare a livelli più alti.

I benefici per il fisico sono molti, perché è uno sport completo che fa lavorare il dorso, gli addominali, le gambe e sviluppa anche la coordinazione, sottolinea Piazza. Infatti riuscire a far muovere e a dominare i piccoli attrezzi come la palla, la fune ecc. si unisce il lavoro sul corpo a quello mentale, di controllo dei movimenti. Ovvero, si lavora sull’aspetto neuromuscolare e neuromotorio, per dirla in termini più tecnici.

Gli acrobati dell’artistica
Adatta sia a maschietti che a femminucce, la ginnastica artistica si può iniziare già verso 5 anni con un’attività motoria adeguata e poi proseguire l’affinamento per l’agonistica intorno a 6 anni. Nelle femmine è privilegiato l’aspetto espressivo degli esercizi, che devono essere eseguiti con eleganza, nei maschi si mette in risalto la forza.

Ovviamente anche gli attrezzi che usano i bambini sono differenti da quelli per le femmine, i primi utilizzano il cavallo, gli anelli, la sbarra; le bimbe la trave, la parallela assimetrica, solo per citarne alcuni.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *